Radio. Onde medie: Mise pubblica elenco assegnatari 86 frequenze asincrone e 60 frequenze isocanale

Mise

 

Onde medie: pubblicati dal Mise gli elenchi degli assegnatari delle frequenze asiconcrone e sincrone.
A seguito delle procedure di selezione comparativa per l’assegnazione di 86 frequenze asincrone e di 60 frequenze isocanale costituenti 11 reti sincronizzate, riservate ai soggetti che avevano già presentato regolare domanda secondo le modalità indicate nell’avviso pubblico del 04/08/2016, Il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato gli elenchi delle frequenze assegnate e i soggetti risultati vincitori.
Le frequenze asincrone e sincrone non presenti nell’elenco non sono state assegnate (il che sta a significare che la risposta al bando è stata inferiore alla disponibilità delle risorse frequenziali).

Qui per scaricare in pdf l’esito della procedura per l’assegnazione di 86 frequenze asincrone in onde medie.
Qui invece, l’esito della procedura per l’assegnazione di 60 frequenze isocanale costituenti 11 reti sincronizzate.
Entrambi i gruppi di assegnatari dovranno ora versare i diritti amministrativi ed i contributi ove previsto dagli articoli 34 e 35 del D. Lgs. 259/2003 (Codice delle Comunicazioni Elettroniche), circostanza che, qualche mese fa, aveva indotto diversi soggetti a rinunciare alle assegnazione intervenute (circostanza su cui avevamo pubblicato un approfondita disamina giuridico-amministrativa).
Ricordiamo che con provvedimento Mise DGSCERP del 17/03/2017 il Mise aveva dato avvio alla procedura di selezione comparativa per l’assegnazione di 60 frequenze isocanale costituenti 11 reti sincronizzate.

Reggio Tv compie 20 anni

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

 

Auguri a Reggio Tv per i suoi 20 anni.

Reggio TV nasce il 15 maggio 1998 a Reggio Calabria. La sua sede iniziale si trova in via Vittorio Veneto ed è subito conosciuta per lo slogan “RTV – la televisione positiva”.

Nel 2008 si trasferisce presso la Zona Industriale di Campo Calabro (RC) e la sua struttura che si affaccia sullo Stretto di Messina è ben visibile anche dalla città di Messina.

Per diverso tempo, ha anche avuto uno studio televisivo a Gioia Tauro, poi dismesso.

A partire da marzo 2007, in modalità saltuaria, l’emittente effettua diversi test notturni in DVB-T, dalle 2 alle 6 del mattino.

In seguito all’esistenza di notevoli interferenze sul canale UHF 32, vennero intraprese delle azioni legali per cercare di ovviare a questo problema.

Forte di sentenze del TAR e del Tribunale Civile, l’editore di Reggio TV promosse una serrata con totale fermo degli studi televisivi. Una sorta di sciopero contrario che non tarda a dare i suoi effetti positivi. Anche il capo del governo del tempo, Romano Prodi, interessato dalla forma di protesta singolare quanto risoluta, intervenne.

La stampa locale e quella nazionale richiamata dal clamore contribuirono alla soluzione del problema: le interferenze cessarono e Reggio TV riaprì.

Dal novembre del 2003, con l’acquisizione del canale UHF 47, Reggio TV trasmette anche su gran parte della provincia di Messina.

Dal 15 giugno 2012, a seguito dello switch off della provincia di Reggio Calabria tirrenica, Reggio TV è visibile sul digitale terrestre nel canale 14 e in streaming da qualsiasi parte del mondo sul sito internet dell’emittente.

Da settembre 2012 Reggio TV trasmette anche nella provincia di Catanzaro sul mux di RTC Telecalabria e successivamente anche nelle province di Cosenza e Vibo Valentia.

Il 4 Agosto 2017 Reggio TV lascia il mux di RTC Tele Calabria per approdare in quello di Video Calabria.

Nasce “Focus”, il nuovo canale gratuito Mediaset dedicato alla divulgazione culturale.

 

Giovedì 17 maggio, al numero 35 del telecomando, iniziano le trasmissioni di Focus, nuovo canale gratuito Mediaset interamente dedicato alla divulgazione culturale.
Focus – versione televisiva del magazine più letto d’Italia, edito dal Gruppo Mondadori -, metterà a fuoco temi legati a scienza, natura, ambiente, animali, tecnologia, storia e attualità attraverso un linguaggio semplice, chiaro, diretto e avvincente.
Tra i programmi più interessanti: documentari inediti su astronomia, astrofisica, esplorazioni spaziali, fisica, chimica e matematica; inchieste sulla storia delle religioni e delle civiltà antiche; storia del Novecento; ingegneria e organizzazioni complesse; natura, animali, scienze naturali; fino ad approfondimenti su temi parascientifici quali i misteri archeologici, la fanta-biologia, le presenze aliene e altri aspetti legati al mondo paranormale.
Oltre alle inchieste e ai documentari, Focus trasmetterà serie-evento esclusive, produzioni factual, cicli di film storico/scientifici e approfondimenti con ospiti ed esperti.
Nel giorno del debutto di giovedì 17 maggio, alle ore 21.15, Focus manderà in onda tre prime visioni free:
• “Un anno nello Spazio”: il documentario che racconta l’anno trascorso dall’astronauta Scott Kelly sulla ISS (International Space Station);
• “Un anno nello Spazio: il ritorno”: la serie di test medici, riabilitazioni ed esperimenti scientifici effettuati da Scott Kelly al rientro sulla Terra;
• “Il complotto di Chernobyl”: film-inchiesta che ipotizza uno sconcertante retroscena dell’incidente alla centrale russa nel 1986.
Nei giorni successivi, il canale proporrà alcuni prodotti-evento di grande prestigio internazionale, tra cui:
• “The Story of God”: il lungo viaggio dell’attore americano Morgan Freeman attraverso i luoghi simbolo delle religioni. Un’appassionante avventura alla ricerca di Dio e della fede (da martedì 22 maggio);
• dal 30 maggio, quattro puntate di “The State”: sconvolgente serie inglese dedicata al fenomeno dei foreign fighters;
• “Ferrari 312B”: gli ex piloti Niki Lauda, Jacky Ickx, Jackie Stewart, Gerhard Berger e Damon Hill raccontano la storia di uno dei modelli Ferrari più belli e innovativi di sempre (da giovedì 24 maggio);
• “Breakthrough”: documentario che racconta le conquiste scientifiche dell’umanità, con Paul Giamatti, Angela Basset, Ron Howard, Jason Bateman, Nate Silver, Adrien Brody, J. K. Simmons, Peter Berg, David Cronenberg (da martedì 26 giugno).
Nel corso del 2018, la rete Mediaset diretta da Marco Costa offrirà oltre 500 ore di prodotti in prima visione tv.
Le prime serate di Focus saranno centrate ogni giorno su un tema diverso:
• domenica: natura;
• lunedì: spazio e scienza;
• martedì: antropologia;
• mercoledì: cicli DOC (documentari storico-scientifici);
• giovedì: film-dossier (a tema storico o scientifico);
• venerdì: storia;
• sabato: paranormale, curiosità.
Fonte: Mediaset

Intrattenimento e informazione: al via LaC Radio Cafè

Il nuovo format prevede collegamenti con i corrispondenti dai territori e interviste agli ospiti del giorno su temi d’attualità. Conducono Erica Cunsolo e Max Martinelli. Dal 7 maggio, dal lunedì al venerdì, ore 9-10.30

 

 

Il caffè è pronto. Al via luedì 7 maggio il nuovo format LaC Radio cafè con Erica Cunsolo e Max Martinelli. Gli appuntamenti sono previsti dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 10:30. E’ un programma che unisce l’intrattenimento musicale all’informazione a cura della redazione di LaC News24.

 Il nuovo format

Approfondimenti sulle notizie, cronaca, collegamenti con i corrispondenti dai territori e interviste agli ospiti del giorno su temi d’attualità sui quali anche gli ascoltatori potranno esprimere il loro parere intervenendo in diretta. Durante il programma spazio dedicato anche agli aggiornamenti sulla viabilità e sul meteo.

 Come seguirci

Il programma si ascolta sulle frequenze di Radio Amore Calabria – Radio Gamma e Radio Nord Castrovillari ed è in Radiovisione su LaC Tv canale 19 e su LaC Radio canale 616 del Digitale Terrestre. Puoi seguire LaC Radio cafè anche in streaming sul nostro sito lactv.it e poi su LaC Airport e sui nostri canali social.

Fonte: LaC

Radio. L’Associazione Radio FRT di Confindustria elegge Montrone come presidente al posto di Giovannini

Marco Montrone

 

Il Consiglio Direttivo dell’Associazione Radio FRT, riunitosi in Roma presso la sede di Confindustria Radio Televisioni, ha nominato oggi il Consigliere Marco Montrone, editore di Radionorba s.p.a., nuovo Presidente.
Marco Montrone prende il posto di Roberto Giovannini. Il Consiglio ha inoltre nominato Vice Presidente Alberto Mazzocco, editore di P-Sphera s.r.l. (Radio Padova).
Il nuovo Presidente Marco Montrone ha dichiarato: ”Desidero innanzitutto ringraziare il Presidente Roberto Giovannini per il prezioso lavoro svolto in tutti questi anni. Sono grato al Consiglio per la fiducia accordatami. Mi accingo ad assumere questa importante carica con grande impegno e fiducioso che l’Associazione Radio FRT possa essere protagonista di un profondo rinnovamento.