Reggio Tv compie 20 anni

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

 

Auguri a Reggio Tv per i suoi 20 anni.

Reggio TV nasce il 15 maggio 1998 a Reggio Calabria. La sua sede iniziale si trova in via Vittorio Veneto ed è subito conosciuta per lo slogan “RTV – la televisione positiva”.

Nel 2008 si trasferisce presso la Zona Industriale di Campo Calabro (RC) e la sua struttura che si affaccia sullo Stretto di Messina è ben visibile anche dalla città di Messina.

Per diverso tempo, ha anche avuto uno studio televisivo a Gioia Tauro, poi dismesso.

A partire da marzo 2007, in modalità saltuaria, l’emittente effettua diversi test notturni in DVB-T, dalle 2 alle 6 del mattino.

In seguito all’esistenza di notevoli interferenze sul canale UHF 32, vennero intraprese delle azioni legali per cercare di ovviare a questo problema.

Forte di sentenze del TAR e del Tribunale Civile, l’editore di Reggio TV promosse una serrata con totale fermo degli studi televisivi. Una sorta di sciopero contrario che non tarda a dare i suoi effetti positivi. Anche il capo del governo del tempo, Romano Prodi, interessato dalla forma di protesta singolare quanto risoluta, intervenne.

La stampa locale e quella nazionale richiamata dal clamore contribuirono alla soluzione del problema: le interferenze cessarono e Reggio TV riaprì.

Dal novembre del 2003, con l’acquisizione del canale UHF 47, Reggio TV trasmette anche su gran parte della provincia di Messina.

Dal 15 giugno 2012, a seguito dello switch off della provincia di Reggio Calabria tirrenica, Reggio TV è visibile sul digitale terrestre nel canale 14 e in streaming da qualsiasi parte del mondo sul sito internet dell’emittente.

Da settembre 2012 Reggio TV trasmette anche nella provincia di Catanzaro sul mux di RTC Telecalabria e successivamente anche nelle province di Cosenza e Vibo Valentia.

Il 4 Agosto 2017 Reggio TV lascia il mux di RTC Tele Calabria per approdare in quello di Video Calabria.

Nasce “Focus”, il nuovo canale gratuito Mediaset dedicato alla divulgazione culturale.

 

Giovedì 17 maggio, al numero 35 del telecomando, iniziano le trasmissioni di Focus, nuovo canale gratuito Mediaset interamente dedicato alla divulgazione culturale.
Focus – versione televisiva del magazine più letto d’Italia, edito dal Gruppo Mondadori -, metterà a fuoco temi legati a scienza, natura, ambiente, animali, tecnologia, storia e attualità attraverso un linguaggio semplice, chiaro, diretto e avvincente.
Tra i programmi più interessanti: documentari inediti su astronomia, astrofisica, esplorazioni spaziali, fisica, chimica e matematica; inchieste sulla storia delle religioni e delle civiltà antiche; storia del Novecento; ingegneria e organizzazioni complesse; natura, animali, scienze naturali; fino ad approfondimenti su temi parascientifici quali i misteri archeologici, la fanta-biologia, le presenze aliene e altri aspetti legati al mondo paranormale.
Oltre alle inchieste e ai documentari, Focus trasmetterà serie-evento esclusive, produzioni factual, cicli di film storico/scientifici e approfondimenti con ospiti ed esperti.
Nel giorno del debutto di giovedì 17 maggio, alle ore 21.15, Focus manderà in onda tre prime visioni free:
• “Un anno nello Spazio”: il documentario che racconta l’anno trascorso dall’astronauta Scott Kelly sulla ISS (International Space Station);
• “Un anno nello Spazio: il ritorno”: la serie di test medici, riabilitazioni ed esperimenti scientifici effettuati da Scott Kelly al rientro sulla Terra;
• “Il complotto di Chernobyl”: film-inchiesta che ipotizza uno sconcertante retroscena dell’incidente alla centrale russa nel 1986.
Nei giorni successivi, il canale proporrà alcuni prodotti-evento di grande prestigio internazionale, tra cui:
• “The Story of God”: il lungo viaggio dell’attore americano Morgan Freeman attraverso i luoghi simbolo delle religioni. Un’appassionante avventura alla ricerca di Dio e della fede (da martedì 22 maggio);
• dal 30 maggio, quattro puntate di “The State”: sconvolgente serie inglese dedicata al fenomeno dei foreign fighters;
• “Ferrari 312B”: gli ex piloti Niki Lauda, Jacky Ickx, Jackie Stewart, Gerhard Berger e Damon Hill raccontano la storia di uno dei modelli Ferrari più belli e innovativi di sempre (da giovedì 24 maggio);
• “Breakthrough”: documentario che racconta le conquiste scientifiche dell’umanità, con Paul Giamatti, Angela Basset, Ron Howard, Jason Bateman, Nate Silver, Adrien Brody, J. K. Simmons, Peter Berg, David Cronenberg (da martedì 26 giugno).
Nel corso del 2018, la rete Mediaset diretta da Marco Costa offrirà oltre 500 ore di prodotti in prima visione tv.
Le prime serate di Focus saranno centrate ogni giorno su un tema diverso:
• domenica: natura;
• lunedì: spazio e scienza;
• martedì: antropologia;
• mercoledì: cicli DOC (documentari storico-scientifici);
• giovedì: film-dossier (a tema storico o scientifico);
• venerdì: storia;
• sabato: paranormale, curiosità.
Fonte: Mediaset

Telespazio, una Srl acquista il capannone di Viale De Filippis

A quattro anni dal fallimento e undici dai licenziamenti collettivi

Dopo l’ennesima udienza, a distanza di undici anni dai licenziamenti collettivi illegittimi ed a quattro dalla dichiarazione di fallimento da parte del Tribunale di Catanzaro, gli storici locali di Telespazio Calabria in viale De Filippis hanno un nuovo proprietario.

All’esecuzione immobiliare del complesso la società Azimut srl ha fatto una proposta di circa 750mila euro (pari a circa 1/6 del valore iniziale) aggiudicandosi il grande capannone che fu fulcro dell’informazione televisiva calabrese grazie all’opera di Tony Boemi.

 

Fonte: catanzarotv.it

Discovery porta in Italia il canale Motor Trend

motor-trend

Si chiama Motor Trend il nuovo canale televisivo con il quale Discovery andrà a sostituire sul digitale terrestre Focus, brand che si appresta a passare in gestione a Mediaset. Motor Trend, entrato a far parte del portfolio Discovery dopo la joint venture siglata lo scorso agosto con Ten: The Enthusiast Network, debutterà domenica 29 aprile sul canale 56 del digital terrestre, dove ora va in onda appunto Focus.

Motor Trend è il nuovo canale del gruppo che racconta a 360 gradi la passione per i motori, una passione sempre più comune anche al pubblico femminile. La raccolta pubblicitaria di Motor Trend sarà gestita da Discovery Media, concessionaria del gruppo guidata da Giuliano Cipriani.

“La nostra offerta in Italia continua ad evolvere e a crescere”, commenta Laura Carafoli, Svp Chief Content Officer Discovery Southern Europe. “Il portfolio si arricchisce di un brand già molto conosciuto all’estero che potrà diventare anche in Itala il punto di riferimento per tutti gli appassionati di motori. Un brand con una forte vocazione digital caratterizzato da contenuti di qualità e interpreti che sapranno presto farsi apprezzare dal grande pubblico”.

Aggiunge Giuliano Cipriani, Svp Ad Sales General Manager Discovery Media: “Con Motor Trend vogliamo portare all’attenzione degli inserzionisti un progetto unico ed esclusivo che garantisce un profilo di ascolto altamente qualificato. In un contesto sempre più affollato Motor Trend è un brand chiaro e distintivo, capace di assicurare la massima efficacia dell’advertising”.

Motor Trend racconta tutto il mondo dei motori: non solo auto e moto, ma qualsiasi veicolo dotato di motore in grado di generare passione ed emozioni. Il canale racconterà anche la strada, regno dell’avventura e teatro di professioni dure e nobili, come quelle dei camionisti, dei trasportatori, della polizia stradale, per citarne alcune. Ampio spazio sarà dedicato anche all’ingegneria, che svelerà i segreti dei mezzi a motore e le loro infinite possibilità di trasformazione e customizzazione. Non mancherà anche uno sguardo divertente e irriverente, con clip show e programmi di intrattenimento a tema

Il palinsesto del canale, visibile anche sulla piattaforma Sky al canale 418, Tivusat canale 56 e all’interno dell’offerta della Vodafone Tv, ospiterà titoli come Fast n’ Loud, Affari a 4 ruote, Officine da Incubo, American Chopper, Meccanici allo Sbando, Diesel Brothers e Car Crash Tv.

Motor Trend avrà anche una declinazione verticale oltre lo schermo televisivo. I contenuti del canale saranno trasmessi in modalità on demand su Dplay, il servizio gratuito Ott del gruppo, e in streaming sulla Vodafone Tv. E’ inoltre prevista la copertura dei canali social.

 

Fonte:  engage