Tgcom24, cambio di palinsesto in occasione dei Mondiali 2018

Nei giorni in cui il Tg5 sarà anticipato per dar spazio alle partite, Tgcom24 andrà in onda con un proprio telegiornale, trasmesso in contemporanea su Rete 4. Fatti e misfatti “trasloca” alle 19.38

In occasione dei Mondiali, le reti Mediaset modificano i loro palinsesti per dar spazio alle partite e ai loro commenti. Anche Tgcom24, nei giorni il cui Canale 5 anticipa il Tg5 per permettere la messa in onda delle sfide, si adegua ai cambi di programmazione: in queste occasioni il nostro canale all news andrà in onda con un proprio tg delle ore 20.00, che sarà trasmesso in contemporanea anche su Rete 4. Nella mezz’ora prima, a partire dalle ore 19.35 circa, spazio a “Fatti e misfatti”, il programma condotto da Paolo Liguori, che in tali circostanze non andrà in onda, come è abitudine, alle 13.30.

Tgcom24, cambio di palinsesto in occasione dei Mondiali 2018

 

Fonte: Tgcom24

Mondiali Russia 2018 in tv. Il calendario con tutti gli appuntamenti sui canali Mediaset

Prende il via il Mondiale di Russia 2018. Su Mediaset, in esclusiva assoluta, si possono vedere in diretta e in alta definizione tutte le 64 partite della competizione, a cominciare dal match inaugurale “Russia-Arabia Saudita”, in onda su Canale 5 alle 17 (ora italiana).

La sfida, in programma allo stadio Luzhniki di Mosca, è trasmessa anche su Mediaset Extra FIFA World Cup, con il commento della Gialappa’s Band. Le Reti Mediaset accendono i riflettori su Russia 2018 gia’ dalla mattina.

Questa la programmazione della prima giornata dedicata ai Mondiali: ore 8.00 su Mediaset Extra FIFA World Cup, “Buongiorno Mosca”. Conduce Dario Donato con Jessica Tozzi al touchscreen. Rassegna stampa, curiosita’ e anticipazioni; ore 11.15 su Italia 1, “Casa Russia”. Conduce Monica Bertini. Collegamenti live dalla capitale russa e dai ritiri delle nazionali per vivere attesa ed emozioni a poche ore dall’inizio del match; ore 13.05 su Italia 1, “Sport Mediaset”. Conduce Mikaela Calcagno. Informazione e approfondimento sul Mondiale e sui principali temi di attualita’ sportiva; ore 13.40 su Canale 5, “Mondiali Mediaset – Live”. Conduce Giorgia Rossi. Il lungo avvicinamento al match inaugurale con le ultimissime dallo stadio, i collegamenti con Javier Zanetti e Paolo Rossi da Mosca e le immagini della cerimonia d’apertura, che vedra’ tra gli ospiti la popstar Robbie Williams, la soprano Aida Garifullina e il “Fenomeno” Ronaldo. Alla fine di nuovo in studio con i commenti e le interviste a caldo ai protagonisti. Ospiti Ciro Ferrara, Bernardo Corradi e il “VAR” Andrea De Marco; dalle ore 16.30 su Mediaset Extra FIFA World Cup, “Mai dire Mondiali”: il racconto di “Russia-Arabia Saudita” con lo stile ironico della Gialappa’s Band. Ospiti in studio Ilary Blasi, Nicola Savino, il Mago Forest e Ciccio Graziani; ore 17 su Canale 5, “Russia-Arabia Saudita” con la telecronaca di Sandro Piccinini e il commento tecnico di Antonio Di Gennaro.

MONDIALE RUSSIA 2018 – IL CALENDARIO E LA PROGRAMMAZIONE TELEVISIVA MEDIASET
Il calendario completo dei Mondiali,  per sapere ogni giorno chi gioca, a che ora e su che canale

14 giugno

Russia-Arabia Saud ore 17.00 su Canale 5

15 giugno

Egitto-Uruguay ore 14.00 su Italia 1
Marocco-Iran ore 17.00 su Italia 1
Portogallo-Spagna ore 20.00 su Canale 5

16 giugno

Francia-Australia ore 12.00 su Italia1
Argentina-Islanda ore 15.00 su Italia1
Perù-Danimarca ore 18.00 su Italia1
Croazia-Nigeria ore 21.00 su Italia1

17 giugno

Costarica-Serbia ore 14.00 su Italia1
Germania-Messico ore 17.00 su Italia1
Brasile-Svizzera ore 20.00 su Canale 5

18 giugno

Svezia-Sud Corea ore 14.00 su Italia1
Belgio-Panama ore 17.00 su Italia1
Tunisia-Inghilterra ore 20.00 su Italia1

19 giugno

Colombia-Giappone ore 14.00 su Italia1
Polonia-Senegal ore 17.00 su Italia1
Russia-Egitto ore 20.00 su Italia1

20 giugno

Portogallo-Marocco ore 14.00 su Italia1
Uruguay-Arabia Saud ore 17.00 su Italia1
Iran-Spagna ore 20.00 su Italia1

21 giugno

Danimarca-Australia ore 14.00 su Italia1
Francia-Perù ore 17.00 su Italia1
Argentina-Croazia ore 20.00 su Canale 5

22 giugno

Brasile-Costarica ore 14.00 su Italia1
Nigeria-Islanda ore 17.00 su Italia1
Serbia-Svizzera ore 20.00 su Italia1

23 giugno

Belgio-Tunisia ore 14.00 su Italia1
Sud Corea-Messico ore 17.00 su Italia1
Germania-Svezia ore 20.00 su Canale 5

24 giugno

Inghilterra-Panama ore 14.00 su Italia1
Giappone-Senegal ore 17.00 su Italia1
Polonia-Colombia ore 20.00 su Italia1

25 giugno

Russia-Uruguay ore 16.00 su Italia1
Arabia Saud-Egitto ore 16.00 su canale 20
Spagna-Marocco ore 20.00 su Italia1
Iran-Portogallo ore 20.00 su canale 20

26 giugno

Danimarca-Francia ore 16.00 su Italia1
Australia-Perù ore 16.00 su canale 20
Argentina-Nigeria ore 20.00 su Italia1
Islanda-Croazia ore 20.00 su canale 20

27 giugno

Sud Corea-Germania ore 16.00 su Italia1
Messico-Svezia ore 16.00 su canale 20
Serbia-Brasile ore 20.00 su Italia1
Svizzera-Costarica ore 20.00 su canale 20

28 giugno

Senegal-Colombia ore 16.00 su Italia1
Giappone-Polonia ore 16.00 su canale 20
Inghilterra-Belgio ore 20.00 su Italia1
*Panama-Tunisia ore 20.00 su canale 20

OTTAVI DI FINALE

30 giugno: Ottavo 1, ore 16.00 su Canale 5
30 giugno: Ottavo 2, ore 20.00 su Canale 5

1 luglio: Ottavo 3, ore 16.00 su Canale 5
1 luglio: Ottavo 4, ore 20.00 su Canale 5

2 luglio: Ottavo 5, ore 16.00 su Canale 5
2 luglio: Ottavo 6, ore 20.00 su Canale 5

3 luglio: Ottavo 7, ore 16.00 su Canale 5
3 luglio: Ottavo 8, ore 20.00 su Canale 5

QUARTI DI FINALE

6 luglio: Quarto 1, ore 16.00 su Canale 5
6 luglio: Quarto 2, ore 20.00 su Canale 5

7 luglio: Quarto 3, ore 16.00 su Canale 5
7 luglio: Quarto 4, ore 20.00 su Canale 5

SEMIFINALE E FINALE

10 luglio: Semifinale 1, ore 20.00 su Canale 5
11 luglio: Semifinale 2, ore 20.00 su Canale 5

14 luglio: Finale 3/4 posto, ore 20.00 su Canale 5
15 luglio: Finale 1/2 posto, ore 20.00 su Canale 5

 

Fonte: Primaonline

RAI RADIO: R(ADIO)EVOLUTION

 

RAI RADIO: R(ADIO)EVOLUTION

Due nuovi canali e un sistema radio all digital

Due nuovi canali, spin off dei generalisti, che partono nel mese di giugno. E una filiera totalmente digitale su tutta l’offerta. Questa in sintesi la “r(adio)evolution” firmata da Rai Radio con la nascita di due nuovi canali digitali su tre asset portanti: sport,
informazione e musica con Rai Radio1 Sport e Rai Radio2 Indie.
Rai Radio 1 Sport inizierà le trasmissioni in occasione della partita inaugurale dei Mondiali di Calcio del 14 giugno, si occuperà di dare massima copertura a tutti gli sport, anche quelli che più difficilmente hanno accesso al mezzo televisivo, e che troveranno nel nuovo canale un possibile partner per raccontare, testimoniare, far vivere i propri eventi.
Rai Radio 2 Indie avrà il focus principale sulla musica indipendente, ormai un fenomeno importante nel panorama italiano e internazionale. Con spazio ai live, agli approfondimenti e soprattutto con tanta, tantissima musica.
La piattaforma Rai Radio è oggi interamente fruibile su tutti i device digitali: web, app, ddt, sat e dab+. L’offerta conta i canali generalisti e di servizio: Rai Radio 1, Rai Radio 2, Rai Radio 3, Isoradio, Gr Parlamento. E inoltre i 5 specializzati: Rai Radio Classica, Rai Radio Kids, Rai Radio Live, Rai Radio Techete’, Rai Radio Tutta Italiana. Con i due nuovi arrivati, il bouquet arriva a 12 canali, in attesa dello spin-off di Rai Radio 3 previsto per fine 2018.
Rai Radio1 Sport
Si inizierà con la sfida Russia-Arabia Saudita, partita inaugurale dei Mondiali di Russia 2018: radiocronache in diretta, con un esclusivo corredo di talk e approfondimenti quotidiani. Ma Radio1 Sport offrirà molto di più: la Serie A e la Serie B, il Giro d’Italia, i mondiali di volley, la Champions e l’Europa League, la Formula1, il Moto GP, il Tour de France, i campionati di Pallavolo e di basket, l’atletica (il Golden Gala) e il tennis, oltre allo sport paralimpico, che arriverà fino alle Olimpiadi di Tokyo 2020.  Un brand nuovo di zecca con la garanzia di Radio1, il blasone di tutti gli sportivi, che aumenterà la già ricca offerta di Radio Rai.
Un ricco palinsesto con nuovi conduttori come Sara Meini, Sandro Fioravanti e Guido Ardone e con nuovi programmi. Questo il palinsesto: Dal lunedì al venerdì: Il mattino ha il goal in bocca (dalle 10:00 alle 12:00), Palla al centro (dalle 13:00 alle 15:00), Quattro amici al Var (dalle 16:00 alle 18:00); poi il sabato con La piazzetta dello sport (dalle 10:00 alle 14:00) e la domenica con Fischio d’inizio (dalle 10:00 alle 14:00). Tutta questa offerta andrà ad integrarsi con gli spazi che da sempre Radio1 dedica allo sport (Tutto il calcio minuto, Radio anch’io sport, Zona Cesarini, Sabato e Domenica Sport, e tutti i gr sportivi). La nuova tribuna di Radio1 Sport si potrà ascoltare on line sul sito e sulla app RaiPlayRadio, sul Digitale terrestre radiofonico (Dab+) e tv (DTT) e anche via Satellite.
Rai Radio2 Indie
E’ fissata per giovedì 21 giugno la nascita di ‘Radio2 Indie’, la nuova radio digitale di Rai Radio2. Una radio che nasce dall’esperienza nell’intercettare i suoni di domani: è il canale delle tendenze del futuro, della nuova scena indipendente rock e alternative, ma anche della nuova musica pop italiana e degli eventi live esclusivi. ‘Paracetamolo’ di Calcutta sarà il primo brano di ‘Radio2 Indie’, ma non mancheranno artisti come Ghali, Io Sono un Cane, Liberato, Carl Brave, Maria Antonietta, Laslo De Simone, Pop X, Tamburo, Verdena e anche tanti artisti internazionali, in un grande flusso di musica libera, sempre nuova, di tendenza, tutto in un solo canale, che non ha preclusioni di stili e suoni, ma con un unico comune denominatore: offrire sempre prima di ogni altro tutto ciò che fa stile. Sarà anche l’occasione per proporre concerti live, approfondimenti nel segno della musica, capaci di far entrare ancor più nel vivo gli ascoltatori radiofonici. Un segmento, quello individuato da Radio2 capace di completare l’offerta musicale e, al tempo stesso, intercettare nuovi pubblici con cui dialogare anche tramite social. Così il nuovo canale sarà disponibile dal 21 giugno anche nel bouquet Dab+ di RadioRai, sul Digitale Terrestre Tv e su web e app RaiPlayRadio.
Fonte: Ufficio Stampa Rai