“Filo Diretto”: prossimamente su LaC Tv

A condurre il programma Oldani Mesoraca. Ospiti in studio, discussioni e telefonate per parlare dei temi più attuali.

 

 

Oldani Mesoraca vi aspetta con un nuovo programma in onda sulla nostra emittente televisiva. Potrete telefonare in diretta, per parlare dei temi più attuali. Ospiti, discussioni, confronto a “Filo Diretto”. Prossimamente, solo su LaC Tv (canale 19 del digitale terrestre).

Questo programma ci ricorda Telespazio Calabria e il compianto Tony Boemi, programma che era condotto anche dallo stesso Mesoraca, un pò un ritorno al passato.

 

☎ Oldani Mesoraca vi aspetta con un nuovo programma. Potrete telefonare in diretta, per parlare dei temi più attuali. Ospiti, discussioni, confronto a "Filo Diretto". Prossimamente, solo su LaC Tv (Canale 19 DTT)

Публикувахте от LaC TV в Четвъртък, 11 октомври 2018 г.

 

Fonte: LaC

Dal 19 Novembre ritorna Articolo 21

 

 


 

Dal 19 Novembre ritorna Articolo 21 programma di attualità, quest’anno ha come sottotitolo: racconteremo in tempo reale scioperi, proteste e storie di vita.

Il programma sarà condotto come sempre da Lino Polimeni che è anche autore e andrà in onda dal Lunedi al Venerdi in diretta alle ore 14:30 su Calabria Tv, il Venerdi e la Domenica anche in prima serata alle 21:30 e in replica dal Lunedi al Giovedi a mezzanotte sempre su Calabria Tv

Come sempre si può intervenire chiamando in diretta.

Mux Timb 2: Arriva Pop Economy

Da oggi è stato acceso un nuovo canale televisivo: Pop Economy

La programmazione non è ancora iniziata, in video infatti è presente un breve loop promozionale dell’emittente.
PopEconomy del gruppo televisivo Alma Media, è trasmesso con il formato video H.264 ed è pertanto sintonizzabile esclusivamente con dispositivi abilititati alla ricezione del segnale televisivo in alta definizione.
Visto il nome sarà un canale che si occuperà di economia.
Si ricorda che Alma Media è l’editore anche dei canali Alice, Marcopolo e Case Design Stili. rispettivamente alle LCN 221,222,223
L’inizio delle trasmisioni è previsto per Domenica 21 Ottobre.

Francesco Di Stefano (Europa 7): “Dopo 20 anni di vittorie voglio la frequenza tv”

Una lettera al presidente del Consiglio e una al ministro dello Sviluppo. Le ha spedite il 18 settembre scorso l’editore romano Francesco Di Stefano per chiedere che venga applicata una sentenza della Corte di Giustizia europea che gli permetterebbe di avere una nuova frequenza tv.

È l’ ultimo capitolo di una saga che vede Di Stefano battagliare da vent’anni per la possibilità di creare una tv nazionale fuori dell’ oligopolio Rai-Mediaset, in un guazzabuglio normativo e amministrativo nel quale i governi e l’Autorità garante per le comunicazioni hanno assecondato più che altro gli interessi del colossi dominanti. La speranza dell’editore è che il nuovo esecutivo si mostri meno deferente.

La saga. Alla fine degli anni 90 Di Stefano raggruppa una serie di emittenti locali per fondare Europa 7. Nel 1999 il governo D’Alema, cercando di mettere ordine in un sistema in cui ogni successiva stratificazione normativa e giurisprudenziale aveva lasciato le cose com’erano, indice una gara pubblica. Europa 7 si aggiudica una delle otto concessioni nazionali in palio. Ma non può trasmettere, perché gli sono negate le frequenze: sono quelle che avrebbe dovuto liberare Rete 4, l’emittente di Mediaset che dovrebbe traslocare sul digitale satellitare, ma prosegue sui canali analogici con un’abilitazione provvisoria, dato che per l’Agcom non ha ancora un “congruo sviluppo delle antenne satellitari”, condizione stabilita dalla legge Maccanico.

Di Stefano comincia a far partire ricorsi e richieste di risarcimento. Arrivano una serie di sentenze che dovrebbero soddisfare le richieste di Europa 7, ma arriva anche, nel 2004, la legge Gasparri, che salva di nuovo il monopolio Mediaset, allargando il ventaglio di mezzi su cui calcolare i tetti pubblicitari anti-monopolio. La svolta per Europa 7 arriva col passaggio al digitale terrestre: nel 2008, a Di Stefano viene assegnato un multiplex (Mux) di frequenze, il canale 8 VHF; nell’aprile 2010 per completare la copertura gli vengono assegnate frequenze integrative (“cerotti UHF” in gergo). Europa way, il nuovo nome della società, può quindi trasmettere su scala nazionale e avvia un progetto per una nuova piattaforma ricevibile anche su dispositivi mobili, il cui lancio è atteso nei prossimi mesi. La Corte europea dei Diritti umani nel 2012 ha inoltre riconosciuto a Di Stefano un risarcimento di 10 milioni, a carico dello Stato italiano.

L’ultimo capitolo. Nel 2012 il governo Monti annulla la procedura per assegnare ulteriori frequenze digitali indetta l’anno prima dal governo Berlusconi. Un beauty contest (valutazione delle offerte), in cui Europa Way era stata l’ unica a partecipare, e quindi a vincere, per il lotto di frequenze del canale 6 VHF; Rai, Mediaset e Telecom sono assegnatari degli altri cinque lotti. Ma se alla tv di Di Stefano non va nulla, negli anni successivi, il ministro dello Sviluppo concede agli altri (Cairo Communication è succeduta a Telecom come editore di La7) le frequenze richieste, per risolvere “problematiche interferenziali”.

Nuovo ricorso di Europa Way alla Corte di Giustizia europea che, il 26 luglio 2017, gli dà ragione. Non solo: afferma che Rai e Mediaset hanno avuto più multiplex del necessario. Il Consiglio di Stato, che deve recepire la sentenza europea, si riunisce oggi, se il dispositivo fosse accolto integralmente, sarebbero da ridiscutere tutte le concessioni. “Le sentenze della Corte sono immediatamente esecutive”, fa notare Di Stefano, “Ma a noi non interessa che vengano tolte frequenze agli altri, basta che ci diano quelle che ci spettano”. (Il Fatto Quotidiano)

L'immagine può contenere: testo

Torna Deejay Chiama Italia con Linus e Nicola su Deejay TV

Torna Deejay Chiama Italia con Linus e Nicola su Deejay TV

Il programma radiofonico DEEJAY CHIAMA ITALIA’ torna, a partire da lunedì 17 settembre, alle ore 10, su DEEJAY TV – canale 69 DDT, sul canale 714 di SKY e in streaming sul sito deejay.it.

Linus e Nicola Savino per il tredicesimo anno consecutivo ripropongono in tv il loro morning show quotidiano, che spazia dall’attualità allo sport, dalla musica allo spettacolo. Tantissimi gli ospiti in studio, che si raccontano al pubblico con interviste fuori dai soliti schemi.

Ad affiancare i due conduttori Matteo Curti e il poliedrico regista radio Alex Farolfi.  In redazione le insostituibili Sara, Alessandra e Chiara. 

Imperdibile l’appuntamento del venerdì mattina con Aldo Rock, che ci racconta aneddoti e storie legate alla sua grandi passioni.

Non mancheranno le riprese dei fuori onda, quei (tanti) momenti in cui si spengono i microfoni e si parla a ruota libera, senza scalette, senza canovaccio.

Dal 1° ottobre il palinsesto di DEEJAY TV si arricchisce inoltre di un nuovo format pomeridiano: ‘DALLE 2 ALLE 5’ condotto da due voci di Radio DEEJAY  Wad e Frank– e  da un nuovo volto, Gianluca Gazzoli, già noto al pubblico tv e radio. La parte social e l’informazione sarà affidata ad una delle firme di Deejay.it, Alessandro Minissi.

Il programma sarà un infotainment show dove si potrà ascoltare il meglio della musica di Radio DEEJAY. ‘DALLE 2 ALLE 5’ tratterà temi di attualità, musica, sport, lifestyle, viaggi, cultura e tanto altro.

Ogni giorno, alle 12 e alle 20, su DEEJAY TV torna infine la ‘30 Songs’ ovvero la classifica con il meglio della programmazione di Radio DEEJAY.  Sempre grande attenzione all’attualità, inoltre, grazie alle aggiornate news di Repubblica.it.

DEEJAY TV, è il canale musicale di Radio DEEJAY, visibile sul canale 69 del digitale terrestre, sul canale  714 di  SKY e in streaming sul sito deejay.it.

Il Direttore Artistico è Linus col coordinamento di Barbara Ciabilli.  Il fornitore per la banda sul digitale terrestre è Persidera s.p.a., società leader in Italia per i canali indipendenti nazionali. La raccolta pubblicitaria è affidata a Viacom Italia, forte della sua esperienza sui canali musicali televisivi. L’immagine del canale è curata daChunk Studio Milano 

Con DEEJAY TV, l’offerta DEEJAY diventa sempre più multimediale: radiowebsmartphone e TV  che rafforza ulteriormente il legame con il pubblico.

DEEJAY TV, il canale 100% DEEJAY! #deejaytv69

Comunicato stampa Radio Deejay