Rivoluzione HD su Tivusat

Oltre ai canali in HD presenti in chiaro o Free to view (tramite card Tivùsat) , una vera è propria rivoluzione in HD sta per avvenire sul polo satellitare Hotbird 13° Est , da sempre punto di riferimento per la ricezione via satellite dei canali in lingua italiana.

Infatti si rincorrono voci riguardante il futuro arrivo di alcuni canali Mediaset in formato HD (da sempre restia alle novità in campo satellitare riservandole al solo terrestre) ; le uniche certezze sono  la presenza certa dei 3 generalisti Rete4 , Canale 5 ed Italia 1 e  la futura frequenza sul quale verranno trasmessi , la 11.432 Mhz in polarizzazione Verticale DVB-S2 , già usata da Mediaset in passato come ponte per il digitale terrestre .

Un’altra novità inattesa è l’arrivo quasi in sordina del canale Top Calcio 24 HD in Mpeg 4 sulla frequenza 11.373 H DVB-S2  SR27500 Fec 3/4 ; il canale , trasmesso in chiaro con un Bitrate Totale di 3Mbit circa , dovrebbe entrare presto in numerazione Tivùsat

Le novità non finiscono di certo qui ; infatti la TV di stato  SMTv San Marino, già presente in definizione standard e su Tivùsat , arriva in versione HD Mpeg4. Anche questa versione del canale dovrebbe entrare presto in numerazione TivùSat.
Questi i parametri per la ricezione  : 12,149 GHz, pol. V, SR: 27500, FEC: 3/4, DVB-S ; bitrate Video 5,43Mbit , Audio 192Kbit Stereo.

Inserita inoltre in versione HD  sulla frequenza DVB-S2 11642 H 27500 3/4 , Radio Zeta TV , che si aggiunge ai già presenti Radio Freccia TV HD e RTL 102.5 TV HD (da breve non più in upscale ma in puro HD) . Il bitrate del canale è pari a 1.84Mbit Video e audio 192Kbps stereo. A breve verrà inserito in numerazione Tivùsat.

Infine un altro canale HD di futura partenza sta per arrivare in chiaro ed a breve in numerazione Tivùsat ; si tratta di uno “Spin-off” di Radio Italia Tv  , Radio Italia Rap Tv. Al momento è presente un promo in loop sul futuro arrivo sul canale Test TSPZ presente sulla frequenza  11662 V 27500 3/4 . La risoluzione video del canale è 1440x1080i con un bitrate di 2,71 Mbit in MPEG-4 ed audio 256 kbps Stereo.

Pop Italy ,canale già presente in numerazione e visibile con card TivùSat, risolve alcuni problemi di emissione .
Bitrate Video 3,30 Mbps  MPEG-2 – Risoluzione 704x576i 16/9 , audio Stereo 128 kbps , frequenza 11.541Mhz , SR 22000 , FEC 5/6 .

Problemi per il canale in chiaro , al momento in test , Match Music TV , presente in Mpeg4 SD sulla frequenza DVB-S2 12092 Mhz Pol H SR 29900 FEC 3/4 , ed in alcune zone di Italia anche in DTT su LCN 248 ; oltre ad avere una programmazione differenziata dal canale DTT ed a trasmettere con rapporto di aspetto errato , il canale è al momento inattivo.

Il 14 febbraio nasce Convenienza TV, in arrivo alla LCN 262.

DTT. La GDO si prepara a fronteggiare l’onda d’urto di Amazon.

Nasce Convenienza Tv in nazionale sul 262

 Amazon sta cambiando le regole del mercato. I centri commerciali nel futuro saranno (solo) le vetrine dei prodotti che compreremo online, magari in tempo reale attraverso lo smartphone con la possibilità che la consegna possa avvenire entro sera, quando torniamo a casa.

Uno scenario remoto? Mica tanto, visto che tutte le più grandi catene della grande distribuzione organizzata italiana si stanno dotando di soluzioni per la consegna a domicilio dei principali prodotti.

Ma non tutti sono avvezzi all’utilizzo del web per gli ordini e – almeno per ora – questo è il tallone d’Achille di Amazon. Perché allora non sfruttarlo?
Il ragionamento è semplice: l’utenza no web (generalmente gli anziani, ma anche una quota interessante di giovani-anziani o appena-anziani) ha comunque un tv in casa. Dal quale possono accedere ad un canale H24 con approfondimenti non stop sui consumi tradizionali e più diffusi e le offerte facili da identificare per gli ordini in tempo reale da gestire via telefono o attraverso il rilievo del codice a barre puntando lo smartphone verso il tv.


“Convenienza Tv è l’unico canale televisivo dedicato al confronto tra il consumatore e la grande distribuzione organizzata. Ogni giorno approfondiamo tutte le offerte per permettere all’utenza di acquistare con più consapevolezza“, ci spiega Domenico Zambarelli, ceo di Lucky Media, incaricata di gestire il progetto editoriale di Nextcom, società milanese (soci di riferimento: Ferruccio Bovio – che ne è anche a.d. – ed Ernesto Pala, storico operatore della comunicazione e a.d. di centri media internazionali), che in questi giorni ha definito l’acquisto da Italia Television del canale nazionale 262 su cui prenderà l’avvio a breve attraverso uno dei più performanti carrier DTT il nuovo programma.

Rubriche ed inchieste per raccontare la quotidianità dei consumi in Italia; indagini e confronto tra oltre 100 Insegne; Inchieste su prezzi dalla benzina ai servizi. Sul Canale 262 offriremo comparazione e ricerca del miglior prezzo”, continua Zambarelli che sottolinea come “Convenienza Tv offre inoltre in esclusiva l’invio personalizzato direttamente dallo schermo del Televisore al vostro smartphone di buoni sconto validi nei supermercati sotto casa”.
“La programmazione è realizzata per rendere più consapevole il consumatore senza far mancare anche l’intrattenimento”, annota Zambarelli. (E.G. per NL)

Tivùsat , la piattaforma satellitare Gratuita

Su questo sito ci soffermiamo quasi sempre sulle TV presenti sul digitale terrestre e sulle novità ad esso collegate ; ma quest’oggi vorremmo parlare di un altra piattaforma digitale dove , in modo gratuito , è possibile seguire molte delle emittenti già presenti in DTT anche nel formato in Alta Definizione.

Questa piattaforma è presente sul polo satellitare Hot Bird a 13° Est , dove peraltro è presente anche la piattaforma digitale a pagamento Sky , ed è chiamata Tivùsat , società partecipata da Rai , Mediaset e La7.

L’obbiettivo di Tivùsat era dapprima quello di supporto per le aree svantaggiate dove in digitale terrestre si contava la presenza di pochi mux terrestri e per permettere quindi la visione dei canali mancanti nella propria zona , ma è andata via via espandendosi con alcune esclusive tra le quali il canale internazionale di musica classica Mezzo ed il canale Rai in Ultra HD , Rai 4K.

Su Tivùsat è da notare la presenza di 95 canali di cui ben 32 canali in HD , tra i quali tutta l’offerta RAI , RTL 102.5 , Radio Freccia ,  Nove , Radio Italia , Euronews e molti altri tra canali stranieri ed italiani. 

Mentre in definizione standard è possibile seguire tutti i canali Mediaset  e molti dei canali già presenti nel digitale terrestre , quali Super , Spike , VH1 , Paramount Channel , Giallo , Pop , Alice , La7 , Tv8 , Dmax  e molti tra i canali  Italiani (locali e non) ed Europei più interessanti ed infine usare i vari servizi interattivi disponibili.

Inoltre , oltre ai canali presenti sulla piattaforma Tivùsat , è possibile sintonizzare anche altri canali Free To Air presenti sul satellite HotBird 13° Est quali TgNorba24 , RadioNorbaTv , MarcoPolo ,Canale Italia e molti altri canali di ogni genere disponibili in modalità gratuita , grazie anche al fatto che il decoder interattivo Tivùsat non prevede nessun blocco sulla sintonizzazione degli altri canali disponibili.

Per accedere alla piattaforma Tivusat è necessario munirsi di parabola puntata sul polo satellitare HotBird 13° Est , acquistare il relativo Decoder + smartcard od in caso di TV con sintonizzare Sat incorporato , il modulo di accesso CAM + Smartcard ed attivare la card col proprio Codice Fiscale sul  sito Tivùsat  o tramite telefono; dopo l’attivazione non è previsto nessun costo aggiuntivo.

Abbiamo voluto parlare di TivùSat ed allargare RadioTvCalabria al mondo satellitare in quanto , oltre a trattarsi di canali televisivi Italiani , ben presto molte novità . in HD e non , verranno inserite anche in esclusiva su questa piattaforma digitale satellitare gratuita.

Stay Tuned.

Indiscrezioni: Addio a Italia2 al suo posto: Focus e tra un pò di mesi partirà Canale 20

Il nuovo canale tematico Mediaset si chiamerà “Canale 20”, come il numero da formare sul telecomando per vederlo. E in arrivo ci sarebbe al posto di Mediaset Italia2 LCN 35, anche un’offerta nel segmento “documentari”, riportando a casa (è proprietà di Mondadori) con un canale ad hoc il marchio Focus con cui ora trasmette Discovery, sul 56. Il contratto è però in scadenza e, a quanto risulta al Sole 24 Ore, il gruppo USA starebbe pensando di usare quella posizione per trasmettere contenuti inediti con uno dei suoi brand non ancora in Italia.

La nuova offerta Mediaset arriverebbe dopo l’estate. Da Cologno nessuna conferma. Ma sembrano profilarsi mesi con novità importanti, e ancora nella tv free. La prima riguarda il canale 20. Come detto nessuna conferma, anche perché il lancio dovrebbe avvenire più avanti, prima dell’estate, ma dal mondo pubblicitario trapelano le prime indiscrezioni.
La posizione 20 – è stato spiegato nelle prime presentazioni – è di rilievo: dopo il canale 9, il 20 che ora ospita Retecapri (acquisito un anno fa) è la prima rete nazionale (dal 10 al 19 le emittenti sono locali, diverse di regione in regione) che arriva subito prima di Rai4, al numero 21. Insomma, una posizione ritenuta pregiata da occupare con cinema e serie tv, spesso in prima visione free subito dopo il passaggio in pay tv. Niente grandi film del passato, niente titoli d’essai come su Iris, ma film recenti da mixare con produzione seriale internazionale. In questo modo si vuole pescare in un mare non dragato dagli altri canali specializzati Mediaset: largo pubblico non troppo anziano e soprattutto maschile. Funzionerà? I canali gratuiti di cinema e serie sono molti, della stessa Mediaset (Iris, Top Crime) come della concorrenza: Rai4, Rai Movie, Paramount Channel, Cielo, Cine Sony. Puntare su film di alto livello è visto a Cologno come elemento distintivo, creando così una situazione di “accerchiamento” per Rai4, fra la programmazione più à la page del canale 20 e quella più consolidata di Iris.
Nonostante le prime indiscrezioni, non c’è ancora nessuna previsione su ricavi pubblicitari e ascolti attesi.

Tutto comunque sembra far pensare a un’audience a regime tra l’1% e il 2%.

E tra l’altro Mediaset avrebbe proposto a Chiambretti il ruolo di direttore artistico del nuovo Canale20! Vedremo come andrà a finire…

Fonte: ilsole24ore