Tutti i canali Mediaset free su Sky

 

Mediaset premium sky

 

 

A breve tutti i canali Mediaset free sbarcheranno su Sky

Tra breve i canali Mediaset free saranno ricevibili sul satellite per gli abbonati Sky.

Dopo lo sbarco di Canale 5 sulla piattaforma satellitare a pagamento (canale 105), anche gli altri canali del Biscione presenti sulle frequenze del satellite HotBird 13° Est hanno ricevuto la codifica NDS, sistema che cripta i canali su Sky.
Questo significa che nelle prossime ore potranno essere visibili sui decoder Sky HD, My Sky e Sky Q.

Sono pronti ad essere attivati su Sky Italia 1 (SD e HD), Rete 4 (SD e HD) e i canali tematici 20 Mediaset (SD e HD) Iris, La5, Focus, Mediaset Italia Due, Mediaset Extra, Top Crime.

I canali non hanno ancora la numerazione LCN ufficiale Sky ma è già possibile sintonizzarli sui decoder grazie alla ricerca ALTRI CANALI SAT. (digital-news.it)

Rai non rinnova il contratto con Sky per Rai 4 al numero 104.

A partire da domani giovedì 13 settembre Rai4 non sarà più visualizzabile su Sky.

Rai4 è visibile a tutti gli italiani sul canale 21 del digitale terrestre, su Rai Play e Tivùsat ai canali 10 e 110. Chiusa la scorsa stagione televisiva con uno share quotidiano dell’1,5%, Rai4 ha una media ascolti che lo ha consolidato come secondo canale semigeneralista più seguito in Italia.
———————————————————————

Comunicato stampa Rai4

 

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Tv. Canale 5 torna subito su Sky dopo l’accordo dei mesi scorsi con Mediaset. Seguiranno altri canali del Biscione

canale 5

 

In queste ore Canale 5 torna visibile sulla piattaforma Sky (diffusa soprattutto via satellite) alla importante numerazione 105, in modalità HD, al posto di Sky Uno, che peraltro è già presente anche al 108 e quindi poteva benissimo ‘rinunciare’ a questo ‘doppione’.
Di seguito, nei prossimi giorni, dovrebbero tornare visibili su Sky, sempre in HD, intanto anche gli altri canali ‘generalisti’ di Mediaset, ovvero Italia 1 e Rete 4 (che si sta lanciando nella nuovissima versione ‘tutta informazione’, con Gerardo Greco alla guida del Tg4, già molto efficace nelle ore del crollo del ponte Morandi a Genova), si vedrà a quale numerazione, anche se la presenza sul 106 di un altro ‘doppione’, quello di Sky Arte (che è anche al 120), sembra già prestarsi bene all’operazione. Più complicato sembrerebbe invece, a occhio, spostare dal 104 Rai 4, il cui arrivo su Sky fu frutto di un delicato accordo, che certo all’epoca non fece piacere a Mediaset.

Ma non basta, perché nella logica delle cose la diffusione su Sky potrebbe estendersi anche a tutti gli altri canali gratuiti di Mediaset, quelli tematici (si pensi a Iris e al nuovo 20, di successo), con un ribaltamento clamoroso rispetto alla situazione di qualche anno fa, quando Sky e Mediaset finirono ai ferri corti e duellarono anche e soprattutto sul calcio (Champions League).
La conseguenza della rottura fra i due gruppi fu appunto soprattutto l’oscuramento su Sky dei canali generalisti di Mediaset (dopo quelli ‘specializzati’), un controsenso di per sé, che però fu ugualmente attuato l’8 settembre 2015 (proprio tre anni fa), danneggiando sia Mediaset (che rinunciò a una parte degli ascolti ma si difese comunque bene, emanando comunicati che facevano notare la ‘tenuta’, nonostante l’assenza sulla piattaforma Sky) che la stessa Sky, che perdeva la diffusione di canali importanti, da sempre ai primi posti della sua numerazione.

L’accordo della Pasqua 2018 fra Mediaset e Sky ha avuto dunque molti aspetti e fortissime ‘ricadute’ e questa è un’altra logica conseguenza.
Mediaset fa notare anche come prosegua così la sua attuale strategia, tesa a portare i suoi canali su tutte le piattaforme free e pay: digitale terrestre, satellite e streaming online. L’arrivo di Canale 5 su Sky è stato così repentino, probabilmente anche perché la nuova stagione della rete ammiraglia Mediaset sta cominciando adesso anche con i grandi match internazionali della Nations League di calcio, in onda nei prossimi giorni in esclusiva (Germania-Francia giovedì 6 settembre, Inghilterra-Spagna sabato 8 settembre, Francia-Olanda domenica 9 settembre, Spagna-Croazia, martedì 11 settembre).

Mediaset prova così anche a proseguire la sua fortunata stagione del calcio in chiaro, ricordando i fasti del recente Mondiale e a questo punto si può anche pensare a cosa sarebbe accaduto in termini di diritti di trasmissione dei Mondiali su Sky, se Canale 5 e le altre reti interessate in giugno e luglio fossero state già diffuse anche da questa piattaforma. Il recente caso di Eurosport su Sky e di Discovery in generale, anche nel caso delle Olimpiadi invernali oscurate sempre su Sky, sembra esemplare in proposito.
In ogni caso, dopo l’intesa Sky-Mediaset dei mesi scorsi, tutto è cambiato nella Televisione italiana e il pensiero corre allora anche alla Rai, in queste settimane paralizzata dalle solite vicende legate alla politica. A suo tempo, quando Berlusconi governava in politica e anche in Televisione, la Rai fu indotta a sua volta a una semi-rottura con Sky, eliminando canali e oscurando parzialmente le reti generaliste, come si ricorderà.
L’attuale evoluzione delle cose, in senso opposto, lascia adesso paradossalmente la Rai priva di diffusione per alcuni importanti canali (si pensi a Rai Movie, per dirne uno, ma anche a Rai Yoyo) su Sky, mentre canali come Rai Storia e Rai Gulp sono relegati alla ‘numerazione 800’. Un altro assurdo, che in futuro magari potrebbe anche essere rivisto. (M.R. per NL)

 

Fonte: Newslinet

ACCORDO MEDIASET-SKY ITALIA

    

 

 

 

 

 

 

 

Comunicato Stampa         

ACCORDO MEDIASET-SKY ITALIA: TUTTI I CANALI GRATUITI MEDIASET VISIBILI ANCHE SU SKY

ACCORDO MEDIASET-SKY ITALIA:
TUTTI I CANALI GRATUITI MEDIASET VISIBILI ANCHE SU SKY
CANALE 5 GIA’ DA DOMANI ALLA POSIZIONE 105 IN HD,
SEGUIRANNO A BREVE TUTTE LE ALTRE RETI MEDIASET

Da domani mercoledì 5 settembre 2018, Canale 5 sarà visibile anche alla posizione 105 del telecomando Sky in modalità HD.

La nuova stagione della rete ammiraglia Mediaset sarà così disponibile anche sulla pay tv satellitare, a cominciare dai grandi match internazionali della Nations League di calcio in onda nei prossimi giorni in esclusiva su Canale 5 (Germania-Francia giovedì 6 settembre, Inghilterra-Spagna sabato 8 settembre, Francia-Olanda domenica 9 settembre, Spagna-Croazia, martedì 11 settembre).

Si tratta di un primo passo che si estenderà a breve a tutti gli altri canali gratuiti Mediaset, generalisti e tematici.

Prosegue dunque la strategia Mediaset di portare i propri canali su tutte le piattaforme free e pay: digitale terrestre, satellite e streaming online.

Un’estensione continua che comporta due importanti risultati: da un lato garantire al pubblico la visione delle reti Mediaset su qualsiasi device, dall’altro accrescere in modo adeguato la forza, la qualità e il valore dei palinsesti e dei contenuti Mediaset.

 

 

 

Sky anche sul digitale terrestre e via fibra: oltre ogni piattaforma

Sky

 

Non solo sul satellite: per la prima volta si potrà accedere a offerte Sky anche sul digitale terrestre (15 nuovi canali di intrattenimento, serie tv, cinema e sport) e via fibra attraverso la rete internet veloce di casa. Per chi invece è già abbonato a Sky si aggiungono via satellite anche i 4 canali Premium di serie tv.

SKY Q: COS’È E COME FUNZIONA

Sky, a 15 anni dalla sua nascita, rompe ogni barriera di accesso ai propri contenuti televisivi e segna una nuova evoluzione nel modo di vivere la tv. D’ora in poi si potrà vedere Sky attraverso molteplici tecnologie di trasmissione, grazie alla nascita di “Sky sul digitale terrestre” e alla possibilità di ricevere i diversi pacchetti Sky anche via fibra, connettendo un apposito decoder My Sky direttamente alla rete internet veloce di casa. Si potrà quindi scegliere di abbonarsi a Sky in modo semplice sul digitale terrestre, in modo immediato e innovativo attraverso la fibra, e nel modo più completo e coinvolgente possibile con Sky Q, la soluzione che integra tutte le diverse tipologie di ricezione – satellite, fibra e digitale terrestre – e che crea un ambiente di visione unico intorno alle persone. Una grande rivoluzione che amplia la possibilità di scelta e offre una soluzione semplice e su misura per ogni esigenza: “Sky sul digitale terrestre” con 15 canali di intrattenimento, serie tv, cinema e sport; la possibilità di ricevere i diversi pacchetti Sky anche via fibra, con l’Alta Definizione, le funzionalità del My Sky, Sky On Demand e Sky Go; mentre per chi vede Sky con la parabola l’offerta si fa ancora più ricca con i 4 canali Premium di serie tv senza costi aggiuntivi per i clienti Sky con Sky Famiglia e Sky HD; e la tecnologia Sky Q continua a evolversi con nuovi prodotti e nuove funzionalità. Sky da oggi sarà così ancora più al servizio di chi ama guardare la tv, continuando quel percorso di innovazione che ha scandito la sua storia e che si basa, da sempre, sulla volontà di offrire il meglio con la massima libertà di scelta.

Dall’intrattenimento degli show più seguiti come X Factor e MasterChef alle serie tv più amate come Gomorra – La serie, Il Trono di Spade o House of Cards, dal grande cinema al meglio dello sport con la UEFA Champions League, la UEFA Europa League, i motori, il basket e il tennis: ora accedere all’esclusività dei contenuti Sky è estremamente facile. Per la prima volta, oltre a scegliere il programma che si desidera vedere, si potrà inoltre scegliere il modo in cui viverlo con esperienze di visione diverse, da quella più semplice del digitale terrestre alla più evoluta e coinvolgente di Sky Q. L’ecosistema Sky Q è in continua evoluzione. A partire da luglio arriverà Sky Q Black, per far vivere l’esperienza di visione di Sky Q anche a chi la desidera solo sul televisore principale; a settembre la Sky Soundbox, il sistema audio all-in-one di Sky sviluppato in collaborazione con Devialet, e a ottobre il Controllo Vocale, per scegliere direttamente con la voce cosa vedere in tv. Il 2019 porterà altre due grandi novità: l’integrazione del servizio Netflix nell’ambiente di visione Sky Q e Sky Q anche via fibra. Si rinnova anche Sky Go che con l’arrivo dell’estate avrà una nuova interfaccia grafica, nuove funzionalità e permetterà di vedere contenuti on demand anche su smartphone.

L’Amministratore Delegato di Sky Italia Andrea Zappia, ha commentato: “Stiamo vivendo un periodo straordinario per il settore televisivo. Da una parte l’industria creativa non è mai stata così dinamica e capace di produrre storie che catturano l’attenzione. Dall’altra l’innovazione tecnologica continua a moltiplicare le opportunità di accedere ai contenuti come, quando e dove si vuole. Sky è sempre stata protagonista in questo percorso per migliorare l’esperienza televisiva degli italiani. E nell’ultimo anno abbiamo lavorato più che mai per fare questo. Oggi siamo veramente felici di poter dare a chi ama la TV una totale libertà di scelta. Con il lancio dell’offerta sul digitale terrestre e con il collegamento via fibra, abbiamo tolto ogni barriera tecnologica per accedere a Sky e reso più flessibile l’esperienza dei clienti. Sky così va oltre ogni piattaforma, ribadendo la sua neutralità tecnologica nella distribuzione dei contenuti e confermando la sua natura di media company che, collaborando con chi offre capacità trasmissiva, si focalizza sul ruolo di editore e aggregatore di contenuti, di innovatore e creatore di esperienza e di azienda al servizio dei suoi clienti”.

Sky sul digitale terrestre: come funziona

Nasce oggi “Sky sul digitale terrestre“, il modo più semplice e accessibile per vedere Sky direttamente sul televisore di casa, con contenuti che spaziano dalle serie tv al cinema, dall’intrattenimento al grande sport. 15 canali che sono suddivisi in due pacchetti. Il primo, Sky TV, include i canali Sky Uno, Sky Atlantic, FOX, National Geographic, Sky TG24, e quelli di cinema e serie tv Premium ActionPremium Crime, Premium Joi, Premium Stories, Premium Cinema, Premium Cinema Energy, Premium Cinema Emotion, Premium Cinema Comedy. Il secondo, Sky Sport, comprende Sky Sport 24 e Sky Sport 1, quest’ultimo disponibile anche in Alta Definizione. Le emozioni di grandi show come X Factor, MasterChef e 4 Ristoranti, le imperdibili storie di Gomorra – La serieIl MiracoloIl Trono di Spade, The Walking Dead o House of Cards. Senza dimenticare i documentari di National Geographic e le news di Sky TG24 e Sky Sport 24. Oltre a una selezione dei grandi eventi live di Sky Sport, tra cui il calcio con la UEFA Champions League, la UEFA Europa League e la Premier League, ma anche con Formula 1® e MotoGP™ per i motori, il basket NBA e il tennis con gli ATP Masters 1000 e il torneo di Wimbledon.

Per fruire di “Sky sul digitale terrestre” basta attivare un abbonamento su una tessera abilitata alla visione dei canali a pagamento del digitale terrestre. Chi sottoscrive l’abbonamento a Sky TV e Sky Sport entro il 30 giugno 2018 può usufruire del prezzo promozionale per un anno di 19,90 euro/mese per entrambi i pacchetti, anziché 29,90 euro/mese.

Tutte le info su “Sky su digitale terrestre” sono disponibili sul sito dedicato sky.it/digitaleterrestre.

Sky è anche via fibra

L’altra grande novità al via oggi è Sky anche via fibra, per accedere a Sky in modo immediato e innovativo. Basta semplicemente connettere l’apposito decoder My Sky alla rete internet veloce di casa, per poter accedere ai diversi pacchetti, con l’Alta Definizione e le funzionalità del My Sky. I clienti Sky via fibra potranno quindi mettere in pausa o rivedere dall’inizio – con la funzione Restart – i contenuti dei canali tv, accedere alla library di migliaia di titoli di Sky On Demand, vedere contenuti in mobilità con Sky Go e Sky Go Plus e accedere a Sky Kids, l’app dedicata ai più piccoli. L’esperienza Sky Q anche via fibra sarà disponibile nel corso del 2019 con il lancio di una nuova versione di Sky Q appositamente studiata.

Tutte le info su Sky anche via fibra sono disponibili sul sito dedicato sky.it/viafibra

4 nuovi canali Serie Tv

Continua l’evoluzione di Sky Q, la soluzione che trasforma la casa e tutti i diversi device connessi in un unico ambiente di visione e che integra tutte le diverse tecnologie di ricezione: satellite, fibra e digitale terrestre. Un vero e proprio ecosistema che propone l’offerta televisiva più completa e permette di vivere l’esperienza più evoluta e coinvolgente di sempre. Oltre ai 5 canali Premium Cinema in HD già disponibili da fine aprile, per chi vede Sky con la parabola sono ora visibili, sempre senza costi aggiuntivi, anche i 4 canali Premium di serie tvPremium Crime HD (incluso per i clienti Sky HD) e Premium Stories HD, Premium Joi HD e Premium Action HD, visibili ai clienti con Sky Famiglia e Sky HD. Con il lancio di questi nuovi canali è cambiata anche la numerazione dell’area 100 dedicata all’intrattenimento.

Sky Q: tutte le novità

Dopo l’inizio delle trasmissioni in 4K HDR per i grandi eventi sportiviSky Q continua la sua evoluzione. A luglio al box Sky Q Platinum si affiancherà il nuovo Sky Q Black, per far vivere tutta l’esperienza di visione di Sky Q anche a chi la desidera solo sul televisore principale. Con la sua introduzione, tutti i nuovi clienti che scelgono di vedere Sky con la parabola, riceveranno in dotazione un box Sky Q e i My Sky HD di ultima generazione, già compatibili con l’esperienza Sky Q, riceveranno prossimamente un aggiornamento del software. A settembre – con la possibilità di prenotarla già da luglio – arriverà la nuova Sky Soundbox, il sistema audio di Sky sviluppato in collaborazione con Devialet, che consente di fruire di un suono avvolgente a 360° e che, se collegato a Sky Q, ottimizza il suono in funzione del contenuto che si sta vedendo, regolandone automaticamente anche il volume. Un sistema home cinema che non ha bisogno di casse aggiuntive e che è compatibile con tutti i dispositivi collegabili in HDMI e cavo ottico, ma anche bluetooth per smartphone e tablet. Il Controllo Vocale – che sarà introdotto a ottobre – permetterà invece di scegliere cosa vedere direttamente con la voce rendendo la navigazione e la ricerca di contenuti più facile e veloce. Premendo un tasto sul telecomando di Sky Q sarà possibile cercare un titolo o un attore attraverso la voce, cambiare canale, ma anche mettere in pausa la tv e muoversi tra i menu dell’interfaccia di Sky Q, semplicemente “parlando” al telecomando. Insieme a questa funzionalità, verranno introdotti ulteriori miglioramenti al sistema di raccomandazioni, attraverso cui Sky Q suggerirà i titoli più affini a quelli scelti di recente.

Nel 2019, inoltre, verrà integrato su Sky Q il servizio Netflix e sarà lanciato Sky Q anche via fibra.

Tutte le info su Sky Q sono disponibili sul sito dedicato sky.it/skyq

Sky Go: cosa cambia

In arrivo molte novità che arricchiranno la visione in mobilità di Sky Go, su smartphone, tablet e pc. Visione che ora è possibile anche quando ci si trova temporaneamente all’estero nei Paesi dell’Unione Europea. L’interfaccia di Sky Go si rinnoverà con un nuovo look per semplificare la navigazione e trovare i programmi preferiti in un modo ancora più intuitivo. I contenuti on demand saranno inoltre disponibili anche su smartphone, e con Sky Go Plus, sarà possibile anche scaricarli e vederli senza connessione. Su Sky Gosaranno disponibili anche i sottotitoli, per seguire al meglio i programmi in lingua originale, e verranno rilasciate le nuove app Sky Go per PC Mac.

Tutte le info sulle novità in arrivo su Sky Go sono disponibili sul sito dedicato sky.it/novitaskygo

Fonte: Sky